Formazione

Premessa

La formazione e l’aggiornamento costante sono strumenti imprescindibili per l’evoluzione di un’azienda.

La crescita aziendale necessita di un’attenta analisi e di una strategia in grado di dettare i ritmi utili a creare la giusta armonia nei processi di lavoro.

Per definire una corretta strategia di crescita aziendale, è necessario intuire quali sono i fabbisogni formativi delle risorse umane.

A prescindere dai percorsi formativi obbligatori per legge, è fondamentale avere un quadro ben chiaro di tutte le competenze dei lavoratori.

Bisogna capire quali competenze sono da sviluppare, e di conseguenza pianificare le azioni da intraprendere correlate a tale sviluppo. E’ essenziale classificare i processi e le competenze aziendali per raggiungere l’obiettivo primario: evidenziare ogni necessità e progettare gli interventi formativi appropriati.

Perché è necessario definire una strategia aziendale in materia di formazione?

“Devo adempiere agli obblighi formativi imposti dalla legge”

Innanzitutto, bisogna considerare la necessità di rispondere a quelli che sono gli obblighi formativi del datore di lavoro.

Ad esempio: le aziende che decidono di assumere dipendenti dovranno adempiere agli obblighi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro ed in materia di privacy. A seconda del settore di appartenenza, dovranno garantire ai dipendenti la formazione in materia di Igiene degli alimenti (H.a.c.c.p.), o una formazione specifica in materia ambientale.

Altro esempio: nel caso si scelgano i contratti di apprendistato, questa tipologia contrattuale comporta la necessità di garantire la formazione trasversale e specifica agli apprendisti assunti.

I corsi di formazione obbligatori sono tanti ed il loro numero è destinato ad aumentare nel corso del tempo.

“Ho molta difficoltà ad attuare procedure complesse in azienda perché il personale necessità di competenze specifiche”

La crescita dell’azienda in termini di fatturato o volume di affari non è sempre supportata da una crescita delle competenze interne. Per le aziende medio-piccole è frequente incontrare forti difficoltà quando si decide di passare ad una gestione di tipo manageriale.

Individuare le criticità ed i fabbisogni formativi permette di intervenire con attività specifiche: bisogna fornire ai dipendenti il supporto necessario ad operare con competenza e qualità.

Ma la necessità di accrescere le competenze del personale aziendale non riguarda solo le piccole e medie aziende. Talvolta sono proprio le grandi organizzazioni a necessitare maggiormente di una attenta programmazione delle attività formative.

“Vorrei sviluppare nuovi servizi e prodotti ma è necessario che i miei collaboratori abbiano le giuste competenze per affrontare la sfida”

I processi di innovazione, crescita e sviluppo (l’acquisto di nuovi macchinari, la realizzazione di nuovi prodotti, l’apertura ad un nuovo mercato, ecc.) necessitano di un adeguato supporto in termini di competenze.

Ad esempio: gli operatori potrebbero avere la necessità di conoscere precisamente il funzionamento di nuove macchine ed attrezzature. Aprire canali di vendita on-line, invece, potrebbe avere la conseguenza di dover formare i dipendenti a nuove procedure, fornendo loro nuove conoscenze.

In ogni caso, ogni scelta di tipo strategico in azienda deve essere supportata da personale adeguatamente formato.

Che costo ha la formazione dei dipendenti?

I corsi di formazione possono essere finanziati ed i piani di formazione rivolti a collaboratori e dipendenti sono gratuiti grazie ai Fondi Interprofessionali.

Nel 2003, con l’istituzione dei primi dieci Fondi Paritetici Interprofessionali, si realizza quanto previsto dalla legge 388 del 2000: le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) alla formazione dei propri dipendenti.

I datori di lavoro possono chiedere all’INPS di trasferire il contributo ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali. Il Fondo scelto provvederà a finanziare i corsi di formazione per i lavoratori delle imprese aderenti.

I servizi offerti da SERINTA
  • Gestione della presentazione su bandi e Avvisi
  • Attuazione e realizzazione delle attività previste dal piano
  • Attività di rendicontazione e verifica delle attività
  • Controllo economico-finanziario
  • Calcolo costo del lavoro
  • Attività di certificazione delle competenze
  • Definizione e riesame dei fabbisogni formativi
  • Elaborazione riesame e verifica dei Progetti Didattici
  • Reclutamento docenti interni ed esterni
  • Corsi di formazione presso la sede del cliente
  • Tutoraggio e assistenza in attività formative
  • Report per aggiornamento fabbisogni formativi
  • Elaborazione Materiale Didattico specifico per attività formative
Accreditamenti SERINTA